2016

12.05

Carpe diem

200 persone riunite nell’abbraccio a un grande “Padre”

di

Ho scelto questo titolo per il mio post di oggi perchè proprio questa è stata l’impressione che ho avuto domenica scorsa quando ci siamo ritrovati con amici, volontari, soci e sostenitori di ITALIA UGANDA per la nostra festa insieme.

Il grande “Padre” è padre John che, arrivato in Italia qualche settimana fa, ha voluto riunire intorno a sè tutte le persone che rendono possibile il nostro sogno di donare un futuro migliore a chi, in Uganda, lotta ogni giorno per una vita dignitosa. Ha voluto incontrarle a Pavia, dove la nostra associazione ha la sede, per ringraziarle, per esortarle a continuare a camminare al nostro fianco, per abbracciarle.

Padre John celebra la S.Messa alla festa di domenica

Padre John celebra la S.Messa alla festa di domenica

La festa di domenica è stata un giorno di gioia e condivisione: padre John ha concelebrato la S.Messa insieme ad altri tre sacerdoti, di cui uno ugandese, padre Isidoro, che l’ha accompagnato in Italia.

Abbiamo parlato dei nostri progetti e degli obiettivi per il futuro con il Dr. Michael Ochan Kilama, che da trent’anni collabora con padre Giovanni. Abbiamo presentato il nostro primo bilancio sociale, per mostrare concretamente a coloro che ci aiutano cosa siamo riusciti a fare nell’ultimo anno grazie a loro: con i numeri, ma anche con i sorrisi e i volti di chi abbiamo sostenuto.

Padre John con un gruppo di volontari, amici e sostenitori

Padre John con un gruppo di volontari, amici e sostenitori

Grazie alla generosità di tutti i presenti che domenica ci hanno lasciato le loro offerte, e di tanti sponsor (che ci hanno permesso di organizzare il pranzo a prezzi contenuti, donandoci spazi, cibo e vino), con la somma raccolta alla festa potremo sostenere a scuola 24 bambini per un anno intero, assicurare un parto sicuro a 305 mamme alla nostra clinica di Kampala, o ancora distribuire le colazioni per due trimestri a tutti i bimbi dell’asilo di Awach, nel Nord Uganda. Insomma, sarà un aiuto grande per centinaia di persone e famiglie in difficoltà.

Per questo vogliamo ringraziare davvero tutti: i volontari, preziosi come sempre, e instancabili nel loro affaccendarsi per rendere tutto perfetto, chi ha partecipato alla S.Messa e al pranzo, chi ci ha donato tempo, materiali e cibo, ma anche chi avrebbe voluto esserci ma per distanza o altri motivi ha dovuto rinunciare.

Sapere che tante persone ci sono vicine, ci hanno aiutato e continueranno ad aiutarci, ci fa capire che possiamo farcela, che il nostro non è solo un sogno: migliorare la vita della popolazione ugandese più bisognosa si può fare e anzi noi, insieme, lo stiamo già facendo!

Torna alla pagina precedente


7 commenti per “200 persone riunite nell’abbraccio a un grande “Padre”

  1. Non siamo stati avvisati dell’incontro di domenica.Ci dispiace molto non esserci stati. Speriamo nella prossima occasione. Grazie e cordiali saluti Giovanni e Paola

    • Cari Paola e Giovanni,
      mi spiace che non siate riusciti a venire: quest’anno abbiamo organizzato la festa in poche settimane approfittando della presenza in Italia di padre Giovanni. Non c’era tempo per spedire gli inviti per posta e abbiamo avvisato soltanto tramite il sito e la pagina Facebook dell’associazione. Non preoccupatevi che la prossima volta vi avviseremo per tempo!
      Grazie del vostro sostegno, un caro saluto
      Greta

  2. Vedere questo articolo mi fa un gran piacere e molto più la sorpresa di vedere la foto che abbiamo fatto tutti insieme e sapere quello che riuscirete a fare con i soldi raccolti. Non scrivo altro perché non vorrei ripetermi e non vorrei annoaiare . Ho scritto a Marilisa a Francesca ad Alessandra, orami non ne potranno più delle mie mail.
    Grazie Grazie Grazie Ancora.

    • Cara Lucrezia,
      siamo noi a doverti ringraziare: per aver accolto con entusiasmo il nostro invito alla festa, per aver voluto partecipare alle letture della S.Messa, per essere stata così disponibile con tutto lo staff e i volontari. ITALIA UGANDA ha davvero bisogno di amici come te, pronti a impegnarsi in prima persona per l’Associazione e, soprattutto, per aiutare i bambini dell’Uganda.
      Grazie ancora e un abbraccio
      Greta

  3. Ho partecipato con mia moglie per la prima volta a questa bellissima festa
    Ho constatato l’impegno che mettete in favore dell’associazione.
    Non posso fare altro che ringraziarvi e
    ….peccato che non abito vicino
    Per potervi aiutare fisicamente.
    Grazie ancora e arrivederci.
    Mariella e Giampiero

    • Cari Giampiero e Mariella,
      avete ragione, il nostro impegno è grande, perchè sappiamo che aiutando padre Giovanni e l’associazione salviamo ogni giorno tantissimi bambini, mamme e famiglie bisognosi.
      Ognuno fa quello che può, magari voi non riuscirete ad aiutarci fisicamente, ma già la vostra presenza alla festa, e il vostro starci vicino in altri modi, vogliono dire molto per noi!
      Speriamo di avervi come graditi ospiti anche al prossimo incontro!
      Un caro saluto e un abbraccio
      Greta

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>