2016

29.12

We can

Alice

di

Incredibile, ma vero. Vengo a conoscenza della storia di una povera donna, Alice, che ha lavorato anni per riuscire a comprare un pezzo di terra e costruire una piccola casetta per lei e i figli.

Rimasta vedova con cinque figli ha poi sposato, secondo la consuetudine, il fratello del marito dal quale ha avuto altri due figli.
A differenza del primo, il secondo marito non è mai riuscito a prendersi piena responsabità di tutta la famiglia e la donna si è rimboccata le maniche. Ha iniziato a preparare bigiotteria con la carta riciclata, ha insegnato il lavoro ai figli perchè la aiutassero e, proprio grazie al lavoro di tutti, è riuscita a comprare un piccolo appezzamento di terra sul quale ha costruito una casa.

Tutto andava bene, pur tra tante difficoltà, finchè un paio di settimane fa ha ricevuto la visita da parte di alcuni funzionari del governo che le hanno dato un mese di tempo per lasciare l’abitazione perchè il posto non era destinato a residenza, bensì a strade.

Gente di Kampala

Gente di Kampala

E’ stata una vera “doccia gelata” per la povera Alice che, nonostante l’insistenza dei vicini a resistere insieme e non lasciare il posto, ha avuto paura e ha deciso di cercare una stanza in affitto, dove in qualche modo si sistemerà con i suoi bambini.

Purtroppo quello di Alice non è un caso unico… i responsabili governativi si recano in una zona abitata ma non autorizzata con ruspe ed escavatori e rimuovono quelle che sono considerate case abusive. La gente ha in realtà comprato l’appezzamento da chi pensavano fosse il proprietario ma questi, dopo aver ricevuto il compenso concordato e stipulato un accordo manoscritto con firme spesso false, spesso sparisce dalla circolazione.

E’ stato, per molti ugandesi che vivono a Kampala come Alice e la sua famiglia, un Natale difficile, ma il nostro augurio è che quel Bambino sia rinato ancora una volta e in modo percepibile anche nelle loro case.
Buone Feste a tutti!

Torna alla pagina precedente


2 commenti per “Alice

    • Grazie Mariella, ogni piccolo aiuto è per tutti noi stimolo per lavorare sempre meglio per chi, senza chiedere niente, condivide esperienze di vita per distribuirne il peso. Ancora grazie, con affetto Marilisa

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>